Ok proteggerci ma almeno indossiamo qualcosa di carino da vedere e che ci appartenga. Ecco servite le mascherine della #supercazzola. Diretta derivazione, o giù di lì, delle avventure dei protagonisti dei vari atti di Amici Miei, e in particolare del conte Mascetti interpretato da Ugo #Tognazzi. L’idea è arrivata, servita su un piatto d’argento, dai discorsi del premier Conte, bollati da alcuni come supercazzole. E poiché il genio, per citar brevemente proprio Amici Miei, è anche rapidità d’esecuzione, ecco le mascherine della supercazzola.

Le mascherine saranno il nostro accessorio trendy – spiegano i produttori – per i prossimi mesi, i guru della moda ci spiegano, che devono rispecchiare il nostro stato d’animo. Ed allora dopo le magliette, le felpe ed altri accessori a marchio Supercazzola® arrivano anche delle mascherine molto divertenti che portano con sé l’ironia e l’irriverenza tipicamente toscana dei cinque amici della famosa commedia (diventata poi un cult) con i vari Mascetti, Perozzi, Melandri, Necchi e Sassaroli, trasformando famose frasi e citazioni (e.g. “come se fosse antani”) in loghi vivaci e frizzanti.

Perché ok proteggerci ma almeno indossiamo qualcosa di carino da vedere e che ci appartenga veramente: colorate, fashion, griffate, scherzose l’importante è proteggersi con qualcosa che ci dia anche energia. 

Le mascherine della Supercazzola® sono realizzate in due strati di tessuto non tessuto 70g/mq interno e policotone esterno, con elastici morbidi per vestibilità dietro orecchie, 100% Made In Italy, lavabile in lavatrice a 30°, conforme all’art.16 DL n.18 del 17 marzo 2020 e progettata per le principali esigenze sociali di questa fase 2.

E siccome anche l’occhio vuole la sua parte, potete a vedere le mascherine disponibili su www.barnecchi.it/shop/