Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella all'aeroporto Amerigo Vespucci

Mattarella a Firenze ricorda Francesco Datini e inaugura il tram

Raccontami una storia premio letterario

Mattinata fiorentina per il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, giunto in treno alla stazione di Santa Maria Novella da dove si è subito spostato in piazza della Santissima Annunziata per prendere parte alle celebrazioni del 600° anniversario dell’Istituto degli Innocenti. Accompagnato dal sindaco Dario Nardella, dal presidente della Regione Enrico Rossi, dal ministro dei trasporti Danilo Toninelli e dalla commissaria europea Corina Cretu, il capo dello stato si è poi recato all’aeroporto Amerigo Vespucci di Peretola per inaugurare la linea T2 della tramvia.

«Questo straordinario complesso con il portico del Brunelleschi arricchisce la sostanza e il contenuto di quello che questo istituto continua a fare – ha detto Sergio Mattarella all’Istituto degli Innocenti – Un’iniziativa di avanguardia sul piano sociale e di grande generosità, impersonata da Francesco Datini. Non stiamo ricordando una storia passata ma una storia dell’oggi proiettata verso il futuro».

«La collaborazione in ambito sociale tra Regione e Istituto degli Innocenti – ha detto a sua volta il presidente Rossi – si è via via consolidata sempre di più nel tempo e oggi l’Istituto degli Innocenti rappresenta una realtà fondamentale per il supporto delle politiche regionali per l’infanzia, la famiglia e l’adolescenza. All’Istituto è stato affidato il Centro regionale di documentazione per l’infanzia e l’adolescenza, che opera in contatto anche con altre organizzazioni ed enti che lavorano nel settore. Ancora, è stato avviato di recente, in collaborazione anche con i Centri adozione di area vasta e del Tribunale per i minorenni di Firenze, il progetto sperimentale Se.Ri.O., in tema di ricerca delle origini dei genitori biologici da parte dei figli adottivi. È stato poi finanziato, grazie ai fondi europei FAS, gestiti dalla Regione, a risorse dell’Istituto, nonché a contributi derivanti da sponsorizzazioni, il nuovo Museo degli Innocenti, inaugurato dopo un importante intervento di ristrutturazione».