nast cartoon kkk

Il 24 dicembre 1865 nasce il Ku Klux Klan, famigerata organizzazione terroristica impegnata nella difesa del suprematismo bianco negli Stati Uniti tramite atti di intimidazione e violenza che non di rado sfociavano in omicidi.

Il Ku Klux Klan viene formato a Pulanski, nello stato del Tennessee, Stati Uniti meridionali, il 24 dicembre 1865 da sei ex ufficiali della Confederazione sudista da poco sconfitta nella guerra civile. I sei ex ufficiali confederati erano Frank McCord, Richard Reed, John Lester, John Kennedy, J. Calvin Jones e James Crowe.

Inizialmente l’organizzazione era una sorta di fratellanza esoterica vagamente rassomigliante alla defunta fratellanza dell’Order of the sons of Malta, ingaggiante in rituali e pratiche curiose e dall’aspetto misterioso ma apparentemente innocue, tuttavia in breve tempo la cosa cambiò. Secondo la “The Cyclopædia of Fraternities” (Enciclopedia delle Fratellanze) del 1907 infatti “A partire dall’aprile 1867, ci fu una trasformazione graduale. …I membri avevano evocato un vero e proprio Frankenstein. Avevano giocato con un motore di potere e mistero, sebbene organizzato interamente su linee innocenti, e si trovarono sopraffatti dalla convinzione che dietro tutto ciò dovesse esserci qualcosa – che c’era, dopo tutto, uno scopo serio, un lavoro da svolgere per il Klan.”

Il Ku Klux Klan era una delle numerose organizzazioni segrete suprematiste bianche che usavano la violenza nel Sud degli Stati Uniti nel periodo successivo alla guerra civile, tra cui la Croce del Sud a New Orleans (1865) e i Cavalieri della Camelia Bianca (1867) in Louisiana.

640px kkk carpetbagger cartoon
Una vignetta del settembre 1868 in Alabama’s Independent Monitor, che minacciava che il KKK avrebbe linciato scalawags (a sinistra) e carpetbaggers (a destra) il 4 marzo 1869, previsto come il primo giorno della presidenza del democratico Horatio Seymour (un giorno che in realtà è andato a Ulysses Grant).

Gli storici generalmente classificano il KKK come parte della violenza degli insorti post-guerra civile correlata non solo all’alto numero di veterani nella popolazione, ma anche al loro sforzo di controllare la situazione sociale drammaticamente cambiata utilizzando mezzi extragiudiziali per ripristinare la supremazia bianca. Nel 1866, il governatore del Mississippi William L. Sharkey riferì che il disordine, la mancanza di controllo e l’illegalità erano diffusi; in alcuni stati bande armate di soldati confederati vagavano a piacimento. Il Klan usava la violenza pubblica contro i neri e i loro alleati come intimidazione. I membri bruciavano case, attaccavano e uccidevano persone di colore, lasciando i loro corpi sulle strade.

429px carpetbagger
Vignetta del 1872 di Carl Schurz raffigurante un “carpetbagger”

Obbiettivi di “alto profilo” del Klan erano inoltre leader antischiavisti del Nord, neri magari ex schiavi divenuti attivi nella politica locale del loro stato o contea nel Sud, bianchi meridionali pro politiche di Ricostruzione e pro diritti dei neri. Due termini dispregiativi venivano usati per definire i bianchi ostili alla visione dei suprematisti: scalawags la quale indicava specificamente i bianchi meridionali che sostenevano le politiche federali di Ricostruzione, e carpetbaggers, termine che voleva indicare i bianchi del Nord venuti a Sud per “sfruttare” il caos sia promuovendo le politiche del governo federale repubblicano sia per arricchirsi

Mentre il razzismo era una convinzione fondamentale del primo Klan, l’antisemitismo non lo era. Molti eminenti ebrei del sud si identificarono completamente con la cultura “confederata” meridionale, dando luogo a esempi di partecipazione ebraica al Klan.

I membri del Klan adottarono maschere e abiti che nascondevano la loro identità e aggiungevano al dramma dei loro raid durante la notte, il momento scelto per gli attacchi. Molti di loro operavano in piccole città e aree rurali dove le persone si conoscevano a vicenda e talvolta riconoscevano ancora gli aggressori dalla voce e dai modi di fare. I cavalieri notturni del KKK a volte affermavano addirittura di essere fantasmi di soldati confederati così, sperando così di spaventare i neri più superstiziosi. Pochi tra le loro vittime tuttavia ci credevano.

In un incontro del 1867 a Nashville, nel Tennessee, i membri del Klan si riunirono per cercare di creare un’organizzazione gerarchica con sezioni locali che rendessero conto a un quartier generale nazionale. Poiché la maggior parte dei membri del Klan erano veterani della guerra civile, erano abituati a tale gerarchia militare, ma il Klan non ha mai operato sotto questa struttura centralizzata. I capitoli e le band locali erano altamente indipendenti.

mississippi ku klux 1
Tre membri del Ku Klux Klan arrestati nella contea di Tishomingo, Mississippi, nel settembre 1871, per il tentato omicidio di un’intera famiglia

L’ex generale confederato Nathan Bedford Forrest fu eletto primo “Great Wizard” (Grande mago, che fu sempre da allora il titolo del leader del KKK) e sostenne di essere il leader nazionale del Klan. In un’intervista a un giornale del 1868, Forrest dichiarò che l’opposizione principale del Klan era alle Leghe leali, ai governi statali repubblicani, a persone come il governatore del Tennessee William Gannaway Brownlow.

L’ex generale di brigata confederato George Gordon sviluppò il Prescritto, una credo fondamentale a cui i membri del KKK avrebbero dovuto aderire che adottava il suprematismo bianco. Ad esempio, si doveva chiedere a un richiedente se fosse favorevole a “un governo di uomini bianchi“, “la riconquista e l’emancipazione degli uomini bianchi del sud e la restituzione al popolo del sud di tutti i suoi diritti

Nonostante il lavoro di Gordon e Forrest, le unità locali del Klan non hanno mai accettato il Prescritto e hanno continuato a operare in modo autonomo. Non c’erano mai livelli gerarchici o sedi statali. I membri del Klan hanno usato la violenza per risolvere vecchie faide personali e rancori locali, mentre lavoravano per ripristinare il dominio bianco generale nella società del dopoguerra. La storica Elaine Frantz Parsons descrive l’appartenenza:

Sollevare la maschera del Klan ha rivelato una moltitudine caotica di gruppi di vigilanti anti-neri, contadini bianchi poveri scontenti, bande di guerriglieri veterani, politici democratici che erano stati rimpiazzati, distillatori illegali di whisky, riformatori morali coercitivi, sadici, stupratori, operai bianchi timorosi della concorrenza nera, datori di lavoro che cercano di imporre la disciplina sul lavoro, ladri comuni, vicini con rancori vecchi di decenni e persino alcuni freedmen e repubblicani bianchi che si sono alleati con i bianchi democratici o avevano programmi criminali propri. In effetti, tutto ciò che avevano in comune, oltre ad essere prevalentemente bianchi, meridionali e democratici, era che si chiamavano, o venivano chiamati, Klansmen.

445px nathanbedfordforrest
Foto del 1864 di Nathan Bedford Forrest, ex generale confederato e primo “Great Wizard” del KKK

Lo storico Eric Foner ha osservato: “In effetti, il Klan era una forza militare che serviva gli interessi del Partito Democratico, della classe dei piantatori e di tutti coloro che desideravano il ripristino della supremazia bianca. I suoi scopi erano politici, ma politici nel senso più ampio, in quanto ha cercato di influenzare i rapporti di potere, sia pubblici che privati, in tutta la società del Sud. Mirava a invertire i cambiamenti interconnessi che stavano attraversando il Sud durante la Ricostruzione: distruggere le infrastrutture del Partito Repubblicano, minare lo stato della Ricostruzione, ristabilire il controllo della forza lavoro nera, e ripristinare la subordinazione razziale in ogni aspetto della vita del sud. A tal fine hanno lavorato per frenare l’istruzione, il progresso economico, i diritti di voto e il diritto di tenere e portare armi dei neri. Il Klan presto si diffuse in quasi ogni Stato del sud, lanciando un regno del terrore contro i leader repubblicani sia bianchi che neri. Quei leader politici assassinati durante la campagna includevano il deputato dell’Arkansas un James M. Hinds, tre membri della legislatura della Carolina del Sud e diversi uomini che hanno prestato servizio nelle convenzioni costituzionali.

Come gruppo di vigilanti segreti, il Klan prendeva di mira gli ex schiavi e i loro alleati cercando di ripristinare la supremazia bianca con minacce e violenza, incluso l’omicidio. In particolare venivano inoltre presi di mira dal Klan i leader bianchi del nord, i simpatizzanti del sud e i neri politicamente attivi. Nel 1870 e nel 1871, il governo federale sotto la presidenza di Ulysses Grant approvò gli Enforcement Acts, che avevano lo scopo di perseguire e reprimere i crimini del Klan.

birth of a nation poster color
Locandina del film The Birth of a Nation (La nascita di una Nazione), a cui è stato ampiamente attribuita la responsabilità di aver ispirato il revival del Ku Klux Klan del XX secolo.

Il primo Klan ha avuto risultati contrastanti in termini di raggiungimento dei suoi obiettivi. Ha gravemente indebolito la leadership politica nera attraverso l’uso di assassini e minacce di violenza; ha spinto alcune persone fuori dalla politica. D’altra parte, le sue attivit’ hanno causato una forte reazione opposta, con l’approvazione di leggi federali che lo storico Eric Foner afferma essere un successo in termini di “ripristino dell’ordine, rinvigorendo il morale dei repubblicani del sud e consentendo ai neri di esercitare i propri diritti di cittadini“. Lo storico George C. Rable sostiene che il Klan è stato un fallimento politico e quindi è stato scartato dai leader del Partito Democratico del Sud. Egli dice:

Il Klan è diminuito in forza in parte a causa di debolezze interne; la sua mancanza di organizzazione centrale e il fallimento dei suoi leader nel controllare elementi criminali e sadici. Più fondamentalmente, è diminuito perché non è riuscito a raggiungere il suo obiettivo centrale: il rovesciamento dei governi statali repubblicani nel sud.

Dopo la soppressione del Klan all-inizio dgli anni 70 dell’800′, sorsero gruppi paramilitari ribelli simili che erano esplicitamente diretti a sopprimere il voto repubblicano ea cacciare i repubblicani dall’incarico: la Lega Bianca, che iniziò in Louisiana nel 1874; e le Camicie Rosse, che sono iniziate nel Mississippi e hanno sviluppato sezioni nelle Carolinas. Ad esempio, le Camicie Rosse hanno il merito di aver aiutato a eleggere Wade Hampton come governatore della Carolina del Sud. Sono stati descritti come il braccio militare del Partito Democratico e gli viene attribuito l’aiuto ai Democratici bianchi per riconquistare il controllo delle legislature statali in tutto il Sud.

Dopo la disgregazione negli anni 70 dell’800 il Klan ebbe due rinascite, per le quali si distingue il “primo Klan” descritto sopra dal “secondo” e “terzo” Klan.

ku klux klan members and a burning cross denver colorado 1921
L’atto di bruciare le croci, introdotto dal secondo Klan fondato nel 1915 da William J. Simmons, la foto è del 1921

Il secondo Klan iniziò in piccolo in Georgia nel 1915. Crebbe dopo il 1920 e fiorì a livello nazionale all’inizio e alla metà degli anni ’20, anche nelle aree urbane del Midwest e dell’Ovest. Prendendo ispirazione dal film muto di D. W. Griffith del 1915 The Birth of a Nation, che ha mitizzato la fondazione del primo Klan, utilizzava tecniche di marketing e una struttura organizzativa fraterna popolare. Radicato nelle comunità protestanti locali, ha cercato di mantenere la supremazia bianca, ha spesso assunto una posizione pro-proibizionista e si è opposto a cattolici ed ebrei, sottolineando anche la sua opposizione al presunto potere politico del papa e della Chiesa cattolica. Questo secondo Klan fiorì sia negli stati del sud che del nord; è stato finanziato da quote di iniziazione e vendendo ai suoi membri un costume bianco standard. Le singole sezioni non avevano tuttavia quote di iscrizione. Usava parole K che erano simili a quelle usate dal primo Klan, aggiungendo bruciature incrociate e parate di massa per intimidire. Il secondo Klan declinò tuttavia rapidamente nella seconda metà degli anni ’20.

La terza e attuale manifestazione del KKK è emersa dopo il 1950, sotto forma di gruppi localizzati e isolati che usano il nome KKK. Si sono concentrati sull’opposizione al movimento per i diritti civili, spesso usando la violenza e l’omicidio per reprimere gli attivisti. È classificato come gruppo di odio dall’Anti-Defamation League e dal Southern Poverty Law Center.A partire dal 2016, l’Anti-Defamation League mette il totale dei membri del KKK a livello nazionale a circa 3.000, mentre il Southern Poverty Law Center lo mette a 6.000 membri in totale.

Immagine d’apertura: una vignetta dell’illustratore Thomas Nast (27 settembre 1840 – 7 dicembre 1902) mostra un membro della White League (Lega Bianca) e un membro del Ku Klux Klan che si uniscono per mano su una famiglia nera terrorizzata

Bibliografia e fonti varie