Forza Nuova, Rossi: «No alla manifestazione e l’Italia prenda esempio dalla Germania»

Premio letterario Raccontami una storia

«La Costituzione e le leggi italiane sono molto chiare, la manifestazione organizzata a Prato per la celebrazione dei 100 anni del fascismo deve essere vietata. Non vedo altre possibilità a meno che non si voglia calpestare la nostra Carta fondamentale. Al sindaco Biffoni va tutto il mio sostegno».
Così il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi solidarizza con il sindaco di Prato Matteo Biffoni.

«Al tempo stesso invito tutte le forze democratiche e tutti i cittadini a sostenere la sacrosanta richiesta del primo cittadino di Prato – aggiunge Rossi – Non è tollerabile che nel 2019 ci sia ancora qualcuno che si richiami al fascismo. La Toscana è una regione che ha patito più di altre le atrocità commesse dal regime mussoliniano e dai nazisti suoi alleati: permettere che sia teatro di una manifestazione di questo tipo sarebbe un indegno sfregio alla nostra storia».

«Come la Germania – conclude – anche l’Italia dovrebbe fare una volta per tutte i conti con il suo passato. E in questa ottica sarebbe necessario vietare l’uso e la diffusione di tutti i simboli legati al fascismo e sciogliere quelle organizzazioni e quei gruppi che si richiamano a quella tragica ideologia».