Strada regionale 429

Nuova sr 429. Taglio del nastro in Val d’Elsa

Premio letterario Raccontami una storia

Domani, sabato 27 luglio, sarà inaugurata la tratta più complessa e difficoltosa tra quelle che compongono il del percorso della “Variante sr429 di Val d’Elsa”, il Lotto V, che congiunge le rotatorie di Brusciana (Comune di Empoli) e Dogana (Comune di Castelfiorentino) e vede una serie di rilevanti opere accessorie anche nelle frazioni di Molin Nuovo, Fontanella e Sant’Andrea nel Comune di Empoli e Granaiolo e Madonna della Tosse nel Comune di Castelfiorentino.Obiettivo della nuova sr 429 è congiungere tutta la Valdelsa, da Empoli (Fi) a Poggibonsi (Si). L’infrastruttura è stata in parte realizzata con la vecchia gestione provinciale, è rimasta bloccata alcuni anni a causa di un contenzioso ed è  poi ripartita grazie alla gestione diretta del Commissario regionale ad acta, incaricato alla fine del 2014 con Decreto del Presidente della Regione Toscana.
La realizzazione del V Lotto è iniziata il 18 giugno 2018 e non è stata esente da imprevisti, come la necessità di ripristinare la funzionalità del ponte della SP108 sul fiume Elsa (intervento finanziato per € dalla Città Metropolitana di Firenze ed affidato alla gestione del Commissario).
Nonostante tutto i tempi previsti dal cronoprogramma sono stati rispettati e domani l’opera, dal valore complessivo di € (interamente coperto con fondi regionali) verrà inaugurata con ben tre tagli del nastro: uno alla rotatoria di Brusciana (alle ore 17,00), uno alla rotatoria di Dogana (alle ore 17,30) ed uno al Ponte di Granaiolo (alle ore 18,30). Alla giornata inaugurale parteciperanno anche gli assessori regionali alle infrastrutture ed al bilancio Vincenzo Ceccarelli e Vittorio Bugli, oltre ai sindaci dei territori interessati ed al commissario regionale Alessandro Annunziati.
Dalle ore 19 la nuova strada sarà finalmente aperta al traffico veicolare.
Mentre si inaugura il Lotto V, però, i lavori per il completamento dell’intera infrastruttura vanno avanti.Il Commissario regionale ha convocato proprio per domani le ditte aggiudicatarie del IV lotto Dogana (Castelfiorentino) alla Rotatoria sulla Via Volterrana (Gambassi Terme) per autorizzarle ad entrare nelle aree di cantiere e preparare la consegna dei lavori ed il loro avvio fissato per il 19 agosto p.v. cioè fra meno di un mese.
Si ricorda che il Lotto IV ha un valore complessivo stimato di € , di cui € 15 milioni tratti dalle risorse del ‘Patto per Firenze’ e euro messe a disposizione dalla Regione Toscana.
Si lavora per avviare le procedure di gara del III lotto,dalla rotatoria sulla Via Volterrana a Certaldo che completerà l’opera garantendo il collegamento tra Empoli e Poggibonsi e dunque il raccordo tra la sgc Fi-Pi-Li e la ss Fi-Si-Gr. 

Storia dell’opera

Il commissariamento dell’opera fu deciso nel 2014. A questa decisione seguì un piano di interventi e investimenti mirato che fu avviato nel 2015 con al presa in carico e la manutenzione delle opere fino ad allora realizzate ( circa € ). Seguì la realizzazione di opere puntuali, necessarie per risolvere problemi urgenti o per consentire i collaudi di quanto già realizzato (circa € ). Nel giugno del 2016 iniziò una nuova fase, quella della realizzazione delle nuove opere lineari.
I lavori del Lotto VI si sono conclusi nel luglio 2017. Si è subito proseguito con i lavori di completamento del V lotto, avviati il 18 giugno 2018 e da domani messi in esercizio.
La realizzazione della nuova sr 429 è frutto di un serrato lavoro di programmazione politica, finanziaria, amministrativa e tecnica, portato avanti dal Collegio di Vigilanza di cui fanno parte la Regione Toscana, la Citta Metropolitana di Firenze, la Provincia di Pisa, i Comuni di Empoli, Castelfiorentino, Gambassi Terme e San Miniato e dal Commissario regionale, con il supporto amministrativo della Città metropolitana di Firenze ed il supporto tecnico e le risorse della Regione Toscana. La progettazione delle opere di completamento e la direzione dei lavori sono state svolte dai tecnici della Regione Toscana
con il supporto di professionisti esterni con incarichi specialistici.

Benefici per il traffico veicolare

Grazie alla realizzazione del V lotto della Variante sarà notevolmente ridotto il traffico nelle frazioni di Sant’Andrea, Fontanella e Molin Nuovo, con evidente miglioramento della sicurezza e della qualità della vita in questi abitati. Ma i vantaggi saranno notevoli anche per chi si sposta lungo la nuova strada, infatti i tempi di percorrenza saranno notevolmente ridotti: in passato da Dogana occorrevano circa 25-30 minuti per arrivare agli svincoli di Empoli Centro o  Empoli Ovest della Fi-Pi-Li (se il passaggio a livello presente nella frazione di Brusciana era abbassato, a questo tempo si aggiungeva un’attesa talvolta anche di 20 minuti), mentre adesso la sgc Fi-Pi-Li è raggiungibile in 10-15 minuti rispettando i limiti di velocità, e senza incertezze legate a passaggi a livello. Sono stati inoltre eliminati gli incroci a raso con molte strade secondari e passi carrabili, per ridurre il rischio di incidenti.    

Benefici per la circolazione ferroviaria

Contestualmente alla realizzazione delle opere di completamento del V lotto sono stati eliminati tre passaggi a livello lungo la linea ferroviaria Empoli- Chiusi. Grazie a questo intervento si riducono a zero i rischi di abbattimento dei passaggi a livello (ed i conseguenti ritardi sui treni che si trovano costretti a rallentare fino a quando il passaggio a livello non viene ripristinato). Questi interventi renderanno ancora più efficace il raddoppio della linea Empoli-Granaiolo, la cui realizzazione è programmata da Rfi per i prossimi anni.

Riduzione del rischio idraulico

La variante alla sr 429, nei pressi dell’abitato di Madonna della Tosse, corre in aderenza alla cassa di espansione ‘Madonna della Tosse’ del fiume Elsa, una delle più importanti opere di difesa idraulica realizzate sugli affluenti dell’Arno.
I Rii minori che confluiscono nella cassa sono stati rimodellati proprio nell’abitato di Dogana ed è stata inoltre avviata la realizzazione di un impianto di sollevamento che sarà completato da una nuova cassa di espansione sul Rio Grignana (ad oggi al progetto definitivo)tra Dogana e Madonna Della Tosse.
Sono stati inoltre già realizzate due casse di espansione sui Rii minori Casino e Grassellino, a difesa della Variante e dell’abitato di Brusciana.
Con i lavori del IV lotto sarà inoltre risagomato il Rio morto e sarà messo in sicurezza l’abitato di Casenuove (Comune di Gambassi Terme). Saranno infine demoliti e ricostruiti il ponte della SP26 e un cassa di espansione sul Rio Petroso.
Ridotto in maniera significativa anche il rischio idraulico per l’abitato do Granaiolo con l’intervento di ripristino della funzionalità del ponte sul fiume Elsa: la sostituzione dell’impalcato ad arco con uno autoportante a trave ha, infatti, ampliato la sezione idraulica del fiume Elsa consentendo il passaggio delle piene, regolate dalla cassa di espansione di Madonna della Tosse.