Aereo

«Abbiamo scritto al Ministero competente come abbiamo sempre scritto a tutti gli interlocutori politici locali, regionali e nazionali. Auspichiamo in una sua decisione che vada ad annullare l’inutilità di un nuovo scalo aeroportuale fiorentino a favore al contrario, dell’ampliamento dell’aeroporto pisano che è da sempre l’aeroporto regionale della Toscana».

Si legge in un comunicato diffuso in tarda serata dal Comitato No aeroporto di Campi Bisenzio.

«Ribadiamo, forti del nostro totale disinteresse verso i poteri tutti che la pianificazione dei territori non deve essere fatta dagli interessi o da lobby economiche – si legge ancora – Il Parco di Villa Montalvo diventerà la strada aerea più importante se il nuovo aeroporto sarà realizzato nettamente in contrasto con i requisiti acustici ammessi dai regolamenti».

«Accettare la costruzione di questa ennesima infrastruttura è uno sbaglio sociale e politico, è negare alla comunità il futuro. Perché il futuro, non è più la costruzione ma la tutela dell’ambiente in cui viviamo, un dovere morale per ogni amministratore pubblico verso le future generazioni. Il futuro non è nella precarietà del lavoro ma nella promozione e la valorizzazione del parco agricolo della piana. Un tesoro da sviluppare e sul quale investire», aggiungono dal comitato.

«In questa nuova fase locale, nella quale tutti i Comuni della Piana sono uniti nell’ostacolare il nuovo aeroporto, non ci resta che attendere anche la prossima sentenza del TAR Toscana (7 novembre 2018), considerando la Conferenza dei Servizi illegittima e alla quale speriamo non vi partecipi di nuovo il Ministro Toninelli, quindi attendiamo di incontrare il nostro Sindaco», conclude la nota.