I carabinieri della stazione di Grotte di Castro, con i colleghi del Nucleo ispettorato del lavoro di Viterbo, hanno denucnato tre donne che percepivano indebitamente il reddito di cittadinanza.

Le tre donne, residenti a Grotte di Castro, avevano fornito all’Inps false dichiarazioni sul loro stato civile e sulla loro residenza anagrafica.
Al termine delle indagini svolte dai carabinieri della stazione si è accertato che avevano percepito, senza averne titolo, circa 12.000 euro
Sono quindi state denunciate alla procura di Viterbo per indebita percezione di erogazioni statali in danno dello stato, in concorso con altri soggetti.