Home Cultura Mostre <strong><em>Prato in particolare</em>, la mostra breve da non perdere</strong>

Prato in particolare, la mostra breve da non perdere

0
<strong><em>Prato in particolare</em>, la mostra breve da non perdere</strong>

Prato, 12 aprile 2023 – Una mostra breve ma piena di fascino e un’asta di solidarietà, prevista per sabato 15 aprile, che tutti coloro che amano la bellezza e la generosità di Prato non possono assolutamente perdere. È il messaggio partito stamani all’inaugurazione di Prato in particolare – Giuseppe Moretti tra tecnica e passione, mostra di 53 raffinati acquerelli esposti per sostenere i progetti della CUI (Cooperativa Unitaria Invalidi).  A lanciare l’appello – tutti insieme con le ragazze e i ragazzi delle CUI – la presidente della cooperativa, Ambra Giorgi, gli assessori comunali Benedetta Squittieri e Gabriele Bosi, la consigliera provinciale Paola Vettori, la direttrice della Società della Salute, Lorena Paganelli, l’artista Giuseppe Moretti che è presidente dell’Associazione ex allievi del Buzzi e l’attore Francesco Ciampi.

La mostra, che ha il patrocinio della Provincia, è stata allestita nella sala ovale di Palazzo Buonamici, in via Ricasoli, e resta aperta oggi, giovedì e venerdì dalle 10 alle 18.  L’asta benefica verrà battuta sabato, alle 16. Sarà un momento di festa e di spettacolo, animato con generosità da Francesco Ciampi.

Mostra e asta nascono dal desiderio di andare oltre il dolore provocato dalla pandemia e dalla passione per Prato di Giuseppe Moretti che racconta la città con la sua raffinata tecnica del disegno ad acquerello, realizzato utilizzando la lente d’ingrandimento. Ne esce un’immagine d’insieme emozionante: palazzi, strade, mura, vengono restituiti con straordinaria ricchezza di particolari. Tutto è nato durante il primo lockdown quando Moretti ha ritrovato una vecchia scatola di acquerelli, ha ripreso a disegnare e ha promesso a sé stesso – una volta usciti dal tunnel della pandemia – di offrire in beneficienza le sue opere.

La presidente della Cui, Ambra Giorgi, ha annunciato che il ricavato dell’asta servirà a sostenere i progetti della CUI, in particolare sarà utilizzato per l’acquisto di lavagne interattive multimediali e per le attività di danzaterapia. L’assessore Squittieri ha messo in evidenza che “Moretti, con il suo gesto, non fa soltanto un regalo alla Cui ma all’intera città, trasformando un’esperienza che nasce da un momento di isolamento in un positivo messaggio di comunità”.