Annunci
Banner Estra

A ottanta e passa anni, ha pensato bene da trvestirsi da giustiziere di sé stesso. Al culmine di un piccolo litigio, ha puntato una pistola al petto di uno straniero, minacciandolo con la sua Colt. È successo ieri pomeriggio a Prato, in via Boni, all’immediata periferia della città. L’uomo minacciato, ripresosi dal comprensibile spavento, ha chiamato la polizia. Gli agenti hanno appurato che lo straniero, regolare in Italia in tutto e per tutto, non aveva tenuto un comportamento tale da suscitare la reazione del nonno pistolero. Quest’ultimo si è invece rivelato un appassionato di armi. Oltre alla pistola utilizzata ieri pomeriggio, che andava lasciata a casa ben custodita, aveva ben altro.
Il controllo nel l’abitazione dell’uomo ha consentito di rinvenire numerosissime armi, parti di esse ed altrettanto numerose munizioni, molte delle quali di fatto incustodite e distribuite in camera da letto e sul pavimento,risultanti in parte regolarmente possedute. Anche le munizioni vario calibro sono risultate in maniera residuale regolarmente denunciate.
Sono in corso accertamenti mirati per verificare e ricostruire la tracciabilità di ogni movimentazione delle armi e delle munizioni sequestrate. L’attività di verifica è estesa ad accertare l’esatta corrispondenza tra il numeroso materiale rinvenuto e ritirato e quello effettivamente denunciato e pertanto regolarmente posseduto.
L’uomo è stato quindi denunciato in stato di libertà per il reato di minaccia grave, detenzione abusiva di armi e munizioni ed omessa custodia delle stesse.