regione toscana crisi bancarie a 3 208 obbligazionisti toscani i 100 euro della regione per le spese legali

Le domande di partecipazione al bando possono essere inviate dalle ore 9 del 16 ottobre alle 16 del 10 novembre 2023. Prevista la nuova sezione che si aggiunge alle tradizionali e al premio speciale ‘Giovani’

di Emmanuel Milano, 13 ottobre 2023

Firenze – Nato nel 2017 torna il Premio Innovazione Toscana ‘Amerigo Vespucci’, promosso dal Consiglio regionale insieme a Confindustria Toscana e organizzato da Digital Innovation Hub Toscana. L’edizione 2023 è stata presentata nel Media Center Sassoli di palazzo del Pegaso. Il Premio diviso in quattro sezioni, oltre alle tradizionali Startup Innovative; Ricerca, Sviluppo e Innovazione Digitale e Sostenibile e Brevetti, prevede la nuova sezione Welfare e Parità di Genere econferma il premio speciale ‘Giovani’.

Il bando, rivolto a imprese e startup innovative e spin-off accademici, è disponibile sul sito del Consiglio regionale della Toscana, nella sezione avvisi, bandi e gare; sul sito di Sviluppo Toscana e del Premio Innovazione Toscana. Le domande devono essere presentate a partire dalle ore 09 del 16 ottobre 2023 e fino alle ore 16 del 10 novembre 2023.

Il miglior progetto di ogni sezione riceverà un premio da 15mila euro. Mentre 5mila euro, in ogni sezione, andranno a un altro progetto giudicato particolarmente meritevole dalla commissione. Di 5mila euro anche il premio speciale ‘Giovani’.

Il presidente Antonio Mazzeo,che ha ricordato come la sua azienda sia nata proprio grazie a un Premio come questo, ha raccontato di avere voluto fortemente il Premio Innovazione Toscana nel suo impegno in Consiglio regionale: “È uno tra i più importanti che come Assemblea legislativa finanziamo ogni anno”.

“Con questo premio – ha aggiunto – mandiamo un messaggio alle ragazze e ai ragazzi che studiano e si impegnano sul nostro territorio. Vogliamo accompagnarli nella fase più difficile, quella in cui si vuole intraprendere qualcosa di diverso, si vuole creare una nuova impresa, si vuole costruire innovazione. In questi anni abbiamo premiato 45 aziende, e quest’anno è un’edizione ancora più importante perché si è deciso di istituire un premio speciale per il Welfare e la Parità di Genere. Una scelta non scontata che ha dietro l’idea di ridurre il gap nel fare impresa tra uomo e donna”. 

“Negli ebook – ha proseguito il presidente Mazzeo – abbiamo raccolto le storie dei vincitori delle passate edizioni. Sono storie di successo, ma raccontano anche di come si possa fallire, ma ci si possa rialzare facendo tesoro dei propri errori, facendo nascere dal fallimento un’idea di successo”

“Abbiamo lanciato Casa Toscana a San Francisco e 20 startup, dal 4 all’8 dicembre, potranno incontrare investitori che operano sul territorio americano. Investire su chi fa ricerca e vuole trasformare quella ricerca in valore per il territorio, e sostenere l’imprenditoria femminile sta al centro della nostra azione politica e questo Premio va esattamente in questa direzione”.

Il presidente Mazzeo ha ringraziato il comitato promotore, guidato da Silvia Ramondetta, il direttore di Confindustria Toscana Gabriele Baccetti presente alla conferenza stampa, il presidente Maurizio Bigazzi e il presidente Fabrizio Bernini “per il supporto prezioso e qualificato” di Digital Innovation Hub.

Silvia Ramondetta, presidente del Premio Innovazione Toscana ha ricordato come “con il 2023 il Premio giunga alla sua sesta edizione, arricchendosi di nuovi contenuti che lo proiettano verso un futuro sostenibile con al centro le persone e forte del successo riscosso negli anni passati, con 270 progetti portati alla luce, 45 imprese e startup premiate, 22 giudici coinvolti in 5 Commissioni di valutazione di elevato livello. Numeri raccolti negli ebook, con le storie dei vincitori, che danno la cifra del Premio e confermano l’impegno costante del sistema istituzionale e di quello industriale della Toscana sui temi dell’innovazione e per la valorizzazione dell’iniziativa di giovani e donne.”

“L’innovazione è la migliore risposta alle sfide cui le nostre imprese dovranno rispondere nell’immediato futuro. E con questo premio, alle migliori idee innovative, vogliamo far conoscere e valorizzare maggiormente quell’innata capacità, tutta toscana, di fare innovazione anche in settori considerati tradizionali. Quest’anno, inoltre il premio si arricchisce di una nuova sezione speciale dedicata a “Welfare e Parità di Genere” – ha spiegato Francesca Posarelli, presidente della Piccola Industria di Confindustria Toscana – che va ad aggiungersi alle tre principali: “Startup Innovative”, “Brevetti”, “Ricerca, Sviluppo e Innovazione Digitale e Sostenibile” – e alla categoria “Giovani”.

I vincitori della precedente edizione hanno poi raccontato le loro esperienze e come si sia evoluta la loro idea. Roberta Ciani ha partecipato per ‘Le Antiche Mura’, Massimiliano Solazzi per ‘Next Generation Robotics’, Angelika Castagna per ‘FlowPay’, Giulia Angeloni e Piernicola Masella per ‘David Bagnoli Off. Meccanica’ e Monica Vatteroni di ‘Eye-tech’.

 Qui gli ebook con le storie dei vincitori delle scorse edizioni presentati durante la conferenza stampa.