Il 2 novembre 1947 avviene il volo inaugurale dello Spruce Goose (nome ufficiale Hughes H-4 Hercules e matricola di registrazione NX37602), idrovolante da trasporto progettato dall’americano Howard Hughes, lo Spruce Goose è stato fino al 2019 l’aeroplano più grande ad ala fissa mai costruito.

Nel 1942, a causa dell’entrata in guerra degli USA, il Dipartimento della Guerra statunitense dovette affrontare la necessità di trasportare materiale bellico e personale oltre oceano con destinazione Regno Unito per rifornire gli alleati. Le spedizioni via mare subirono pesanti perdite a causa degli attacchi subiti dagli U-Boot della Kriegsmarine per cui venne emessa una specifica per la fornitura di un velivolo da trasporto in grado di attraversare l’Atlantico dotato di una grande capacità di carico. L’unica limitazione era dettata dalla necessità, causata dal bisogno di impiegare materiale strategico per la produzione bellica, di impiegare solamente legno per la sua realizzazione.

Howard Hughes, progettista dello Spruce Goose

L’idea iniziale non fu come comunemente si crede di Hughes, ma di Kaiser, l’ideatore delle navi liberty, la cui intenzione era di costruire una specie di nave volante atta a rifornire in modo veloce e sicuro le forze alleate in Europa e nel sud Pacifico. Questo progetto, del 1942, lasciò alquanto perplesse le autorità militari statunitensi ma non Hughes, che, dopo aver modificato il progetto da catamarano ad un mono carena, si mise in società con Kaiser fondando per l’appunto la Kaiser-Hughes.

Venne quindi costruito un modello in scala che il 16 novembre 1942 fu approvato, si ritiene anche grazie ad azioni di corruzione, dal War Production Board che ne richiese tre prototipi, ridotti poi a uno nel 1944.

Il progetto siglato HK-1 incontrò subito grosse difficoltà di ogni tipo, compreso un ritardo e le diverse esigenze belliche che maturarono nel 1944, tanto che Kaiser si ritirò dalla società. Con la fine della guerra il governo degli Stati Uniti perse totalmente interesse nel progetto, ma, nonostante questo, Hughes riuscì a continuarlo ottenendo ulteriori due milioni di dollari a cui ne aggiunse sette di tasca propria.

Dopo il montaggio finale, il 2 novembre 1947, alle ore 13:20, davanti ad operatori e un pubblico di circa 50 000 persone, l’aereo pilotato personalmente da Hughes e Dave Grant decollò e percorse circa due chilometri a 25 metri di quota, con una velocità di circa 150 km/h. Fu il primo ed unico volo del colossale aereo.

Il ponte di volo dello Spruce Goose, foto del 2010

Negli anni a venire fu riposto in un gigantesco hangar appositamente costruito, dove, sorvegliato da guardie armate, fu sottoposto a regolare manutenzione fino alla morte di Hughes il 6 aprile 1976. In seguito l’aereo fu donato all’Aero Club of Southern California che lo collocò sotto una cupola di vetro e alluminio vicino alla nave Queen Mary nella zona porto di Long Beach, dove è rimasto fino al 1992, quando è stato trasferito a McMinnville nell’Oregon, nel nuovo museo di storia dell’aeronautica.

Definire lo Hughes H-4 non è facile, si tratta certamente di una realizzazione grandiosa legata alla volontà di un uomo particolare. I suoi 97,5 m di apertura alare hanno rappresentato un primato rimasto imbattuto per 72 anni, superato solo nel 2019 dallo Scaled Composites Stratolaunch. È stato anche il più grande aereo mai costruito fino all’avvento dell’An-225 nel 1988. È indubbio che senza la sua costanza ed un impegno finanziario oneroso, fuori da ogni logica imprenditoriale, realizzazione dello Hughes H-4 non sarebbe mai avvenuta, in particolare con la tecnologia del tempo. Il soprannome “Spruce Goose” fu dato all’aereo dai suoi critici, alcuni dei quali accusavano Howard Hughes di sperperare i fondi del governo per costruire l’apparecchio

Immagine d’apertura: l’Hughes H-4 Hercules sull’acqua

Bibliografia e fonti varie

  • Francillon, René J. McDonnell Douglas Aircraft since 1920: Volume II. Annapolis, Maryland: Naval Institute Press, 1990. ISBN 1-55750-550-0.
  • McDonald, John J. Howard Hughes and the Spruce Goose. Blue Ridge Summit, Pennsylvania: Tab Books Inc., 1981. ISBN 0-8306-2320-5.
  • Odekirk, Glenn E. Spruce Goose (Title inside cover: HK-1 Hercules: A Pictorial History of the Fantastic Hughes Flying Boat). Long Beach, California: Glenn E. Odekirk and Frank Alcantr, Inc., 1982. No ISBN.
  • Parker, Dana T. Building Victory: Aircraft Manufacturing in the Los Angeles Area in World War II, Cypress, CA, 2013. ISBN 978-0-9897906-0-4.
  • Winchester, Jim. “Hughes H-4 ‘Spruce Goose’.” Concept Aircraft: Prototypes, X-Planes and Experimental Aircraft. Kent, UK: Grange Books plc., 2005. ISBN 978-1-59223-480-6.