8 C
Firenze
31/01/2022
spot_img

Pubblicato Il giro del mondo in 80 giorni

Il 30 gennaio 1872 viene pubblicato il volume di Il giro del mondo in 80 giorni, celebre romanzo di Jules Verne.

La trama del romanzo parla di come il londinese Phileas Fogg ed il suo cameriere francese Passepartout tentano di circumnavigare il mondo in 80 giorni, per vincere una scommessa di 20.000 sterline stipulata con gli altri soci del Reform Club.

Il giro del mondo in ottanta giorni è stato scritto in tempi difficili, sia per la Francia che per Verne. Fu scritto infatti durante la guerra franco-prussiana (1870–1871) in cui Verne fu arruolato come guardia costiera; aveva difficoltà finanziarie (i suoi lavori precedenti non erano stati pagati con royalties); suo padre era morto di recente; e aveva assistito a un’esecuzione pubblica, che lo aveva turbato. Nonostante tutto questo, Verne era entusiasta del suo lavoro sul nuovo libro, la cui idea gli era venuta un pomeriggio in un caffè di Parigi leggendo un giornale.

L’autore Jules Verne in una foto del 1884

Le innovazioni tecnologiche del XIX secolo avevano aperto la possibilità di una rapida circumnavigazione e la prospettiva affascinò Verne e i suoi lettori. In particolare, nel 1869-70 si verificarono tre scoperte tecnologiche che resero possibile per la prima volta un viaggio intorno al mondo simile a un turista: il completamento della First Transcontinental Railroad in America (1869), il collegamento delle ferrovie indiane attraverso il subcontinente (1870) e l’apertura del Canale di Suez (1869). Fu un altro segno notevole alla fine di un’era di esplorazione e l’inizio di un’era di turismo completamente globale che poteva essere goduto in relativo comfort e sicurezza. Accese tantissimo l’immaginazione l’idea che chiunque potesse sedersi, stilare un programma, acquistare biglietti e viaggiare in tutto il mondo, un’impresa precedentemente riservata solo agli avventurieri più eroici e resistenti.

323px verne tour du monde
Copertina della prima edizione

La data di chiusura del romanzo, 21 dicembre 1872, era la stessa data della pubblicazione seriale. Mentre veniva pubblicato in serie per la prima volta, alcuni lettori credevano che il viaggio stesse effettivamente avvenendo: le scommesse erano state piazzate e alcune compagnie ferroviarie e compagnie di linea di navi fecero pressioni su Verne per apparire nel libro.

Sebbene un viaggio in mongolfiera sia diventato una delle immagini più fortemente associate alla storia, non compare nel libro – l’idea è proposta nel capitolo 32, ma accantonata, in quanto “sarebbe stata molto rischiosa e, in ogni caso , impossibile.” Tuttavia, l’adattamento cinematografico del 1956 Il giro del mondo in ottanta giorni utilizzava l’idea del palloncino, ed ora è diventato parte della mitologia della storia, comparendo anche sulle copertine dei libri. Questo elemento della trama ricorda i precedenti Five Weeks in a Balloon (Cinque settimane su una mongolfiera) di Verne, che per primo lo hanno reso un noto autore.

Immagine d’apertura: copertina pittorica del romanzo

around the world in eighty days map
Percorso del viaggio intorno al mondo narrato nel romanzo. Fonte: Wikipedia

Bibliografia e fonti varie