Tredici ragazzi autistici a lavoro in biblioteca e al servizio degli altri

Premio letterario Raccontami una storia

Tredici ragazzi con disturbo dell’autismo saranno coinvolti per l’intero 2019 in un progetto d’inclusione sociale denominato Asa Laboratorio Inclusione che è partito in questi giorni ed è curato da Asa (Associazioni Sindromi Autistiche) in collaborazione con la Società della Salute fiorentina nord ovest e il Comune di Calenzano e in partnership con Apac Pubblica Assistenza Calenzano.

Il progetto “Asa Laboratorio Inclusione” ha partecipato a un bando regionale per la concessione di contributi in ambito sociale, aggiudicandosi un finanziamento di circa 45mila euro. Gli ambiti d’intervento a cui saranno avviati i beneficiari del progetto sono la scuola (4 persone), la rete sociale (5 persone) e il lavoro (4 persone). I beneficiari che rientrano tutti nei livelli di gravità lieve, moderata e grave sono stati individuati dagli assistenti sociali della Società della Salute fiorentina nord ovest. Il progetto si configura come innovativo in materia di autismo in quanto è altamente individualizzato, inclusivo e coinvolgente.

Un ruolo fondamentale lo avrà in qualità di partner e di struttura ospitante, l’Associazione Pubblica Assistenza Calenzano insieme alla Biblioteca civica del Comune di Calenzano: la prima ospiterà i ragazzi con l’obiettivo di raggiungere il massimo grado di autonomia e ottimizzarne l’inclusione partecipativa attraverso attività sociali. Lo stesso obiettivo di accoglienza e di inclusione si pone anche la Biblioteca civica di Calenzano dove i ragazzi presteranno servizio, affiancati dagli educatori, per tutta la durata del progetto e dove saranno creati percorsi occupazionali mirati, legati, per esempio, al riordino dei libri e dei dvd o all’aggiornamento di archivi nel computer. Nelle scuole sarà attivato un intervento di osservazione da parte di operatori Asa che nella classe di appartenenza degli alunni con disturbi dell’autismo, seguiranno le dinamiche legate alle relazioni con i compagni di classe. Le scuole coinvolte sono la secondaria di primo grado Mascagni di Calenzano, il Liceo scientifico Agnoletti di Sesto Fiorentino, la materna dell’Istituto comprensivo statale di Signa, la primaria Fra’ Ristoro dell’Istituto comprensivo Rita Levi Montalcino di Campi Bisenzio.