Passeggeri in attesa alla stazione di Prato

da domenica 27 novembre attivo il nuovo ACCM
 incremento prestazioni dell’infrastruttura
 oltre 40 tecnici impegnati per l’installazione
 investimento complessivo di circa 10 milioni di euro

Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) ha attivato domenica, sulla linea Firenze – Borgo
San Lorenzo, il nuovo Apparato Centrale Computerizzato Multistazione (ACCM) per la
gestione della circolazione ferroviaria nelle stazioni di Borgo San Lorenzo e San Piero a
Sieve.
L’ACCM consente una gestione più efficiente della circolazione ferroviaria e
dell’infrastruttura, garantisce una maggiore flessibilità nell’uso dei binari migliorando così
gli standard di regolarità e puntualità dei treni. In caso di guasti, riduce al minimo i
disservizi e consente di far viaggiare i treni, mantenendo il livello di sicurezza al massimo
previsto dalle normative vigenti.
Benefici anche per i processi di manutenzione dell’infrastruttura, grazie ai sistemi
informatici di diagnostica che permettono una migliore gestione delle avarie improvvise.
Oltre 40 tecnici di RFI e delle ditte appaltatrici specializzate – che hanno lavorato nel fine
settimana per la messa in servizio del nuovo sistema.
Investimento economico complessivo 10 milioni di euro.