Riparte l’anno sociale al CRO di Pietrasanta tanti appuntamenti… si parte domenica!

Domenica 29 ottobre con una merenda d’altri tempi offerta a tutti i soci è ufficialmente iniziato il nuovo anno associativo del CRO di Pietrasanta che ha confermato anche per i prossimi dodici mesi la sua vocazione a fare del circolo un luogo dove l’arte è di casa. 

Riprenderanno infatti con rinnovato entusiasmo tutte le attività che durante lo scorso anno lo hanno animato: dal disegno dal vero con la modella, al teatro; dalla musica dal vivo, alle serate eno-gastronomiche a tema senza dimenticare le presentazioni dei libri.

E proprio con Il nome di Kaiser il secondo romanzo dell’architetto lucchese Lino Dini domenica 5 novembre alle ore 18,00 iniziano gli appuntamenti letterari condotti dalla scrittrice e giornalista Elena Torre chiamata a dialogare con gli autori ogni prima domenica del mese fino alla primavera. 

“Ci attende un anno pieno di iniziative -dichiara Giovanni Panconi del CRO- come ogni anno cerchiamo di offrire a chi sceglie di stare con noi, una serie di eventi che possano abbracciare diversi campi artistici. Visto il riscontro che hanno avuto le attività proposte abbiamo deciso di continuare in quel solco, scegliendo sempre le proposte che via via reputiamo più interessanti. Domenica 5 novembre alle 18,00 -continua – inauguriamo gli incontri letterari con il nuovo romanzo di Lino Dini dopo il successo del suo primo romanzo storico dedicato a due pittori leccesi nell’Italia del Seicento”.

Appuntamento quindi domenica 5 novembre con la presentazione del libro di Lino Dini Il nome di Kaiser (Calibano Editore) che sarà preceduta alle 17.30 dall’inaugurazione della mostra di Stefano Pierotti.

Sinossi: Firenze, settembre 1943. Dal Bar Giacosa, storico e prestigioso locale dove il Conte Negroni inventò il cocktail suo omonimo, Iacopo Gori, uno dei baristi, trascorre i giorni precedenti l’Armistizio ascoltando Badoglio alla radio e vivendo l’occupazione tedesca della sua città. A casa lo attende Kaiser, incrocio tra un pastore maremmano e un lupo. L’11 settembre i tedeschi occupano Firenze: cambia tutto, e anche Kaiser sarà coinvolto. Una storia commovente, che aiuta a capire il nostro passato e forse anche il nostro futuro.