Rubato dai nazisti, il Vaso di Fiori torna a Firenze

Premio letterario Raccontami una storia

Il lavoro paziente dei carabinieri, le sollecitazioni del direttore delle Gallerie degli Uffizi, il tedesco Eike Schmidt, la presa di posizione ferma della Germania riporteranno a Firenze il Vaso di fiori di Jan van Huysum. Il dipinto fu rubato dai nazisti, durante la ritirata da Firenze, nel 1944.

Il Vaso di Fiori verrà esposto nella Galleria di Palazzo Pitti.

L’ultimo ad appropriarsi del quadro, in Italia, fu un soldato tedesco, la cui famiglia è stata rintracciata dai carabinieri del nucleo tutela patrimonio culturale che hanno in questo modo ricostruito tutti i passaggi del quadro, fino a ritrovarlo. Un altrettanto paziente «gioco di squadra», come ha sottolineato Eike Schimdt, ha poi permesso di riportare il dipinto in Italia.

Jan van Huysum, attivo nella prima metà del Settecento, fu un pittore e abbozzatore olandese, specializzato nella pittura di fiori e frutta. Il Vaso di Fiori che torna a Firenze, venne acquistato dal granduca Leopoldo II di Toscana che lo destinò alla propria collezione privata nel 1824. Esposto alla Galleria degli Uffizi, venne preso in consegna dai soldati della Wehrmacht all’indomani dell’8 settembre 1943 e portato in Germania l’anno successivo.

A gennaio di quest’anno, quando i carabinieri hanno ricostruito la vicenda del quadro e hanno individuato la famiglia che lo aveva in possesso, il direttore degli Uffizi Eike Schimdt aveva chiesto con forza al governo tedesco di adoperarsi per la restituzione, scegliendo di protestare collocando in galleria una riproduzione in bianco e nero dell’opera con la scritta rubato e la sua traduzione in tedesco e in inglese. Il direttore aveva spiegato che « per questa vicenda le ferite della seconda guerra mondiale e del terrore nazista non sono ancora rimarginate. Per la Germania esiste un dovere morale di restituire quest’opera al nostro museo e mi auguro che lo Stato tedesco possa farlo quanto prima, insieme, ovviamente, ad ogni opera d’arte depredata dall’esercito nazista».

Attività dei carabinieri e tenacia del direttore, ai quali si è unito il governo tedesco, hanno in questi mesi permesso di arrivare alla restituzione.

La cerimonia di riconsegna del Vaso di Fiori di Jan van Huysum avverrà a mezzogiorno di venerdì 19 luglio, presenti il ministro per i Beni e le Attività culturali Alberto Bonisoli, il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi, il ministro degli Esteri della Repubblica federale di Germania Heiko Maas che ripoterà di persona il dipinto in Italia.
Presente anche il comandante generale dell’Arma dei carabinieri, Giovanni Nistri.