Un assaggio di teatro sperimentale esaltato da scenari tra i più ricchi di fascino a Pistoia: fino al 30 giugno la Fondazione Toscana Spettacolo onlus e l’Associazione teatrale pistoiese proporranno la quarta edizione della rassegna Teatri di confine. Gli appuntamenti si terranno al centro culturale Funaro, nella sala concerti di Villa Scornio e alla fortezza Santa Barbara.

Giovedì 23 giugno al Funaro andrà in scena MiniMacbeth, una rilettura della tragedia shakespeariana firmata da Andrea Taddei, che la converte in un dramma grottesco, cinico, paradossale e ironicamente folle. A quindici anni dal debutto, l’opera d’avanguardia interpretata da Dario Marconcini insieme a Giovanna Daddi conserva la freschezza e la potenza delle origini: ambientata in un medioevo contemporaneo dominato dalla ferocia e dal desiderio di possesso, si presenta ancora terribilmente attuale.

Martedì 28 giugno la sala concerti di Villa Scornio ospiterà lo spettacolo Sorry, boys. Dialoghi su un patto segreto per dodici teste mozze di Marta Cuscunà. Ispirata alla storia vera di alcune liceali statunitensi che nel 2008 rimasero incinte contemporaneamente, l’opera cerca di far luce sul contesto sociale e culturale in cui questo progetto virale di maternità si è sviluppato.

La cinquecentesca fortezza Santa Barbara, uno dei monumenti più rappresentativi di Pistoia, torna ad accogliere spettacoli dal vivo. Giovedì 30 giugno è in programma A cuor contento, il concerto di Giovanni Lindo Ferretti, che sarà accompagnato da Ezio Bonicelli e Luca Rossi. In caso di pioggia, lo spettacolo verrà spostato al teatro Manzoni di Pistoia.

Quest’anno Teatri di confine ha lanciato il progetto speciale Giornalisti di confine, che coinvolge giovani tra i quattordici e i trenta anni. Nei ruoli di videomaker, storyteller, cronisti radiofonici, blogger, aspiranti critici, fotografi, twittatori o instagramer, i partecipanti hanno costituito una redazione che seguirà la rassegna e trasformerà la visione in racconto e testimonianza.

Per informazioni contattare l’Associazione teatrale pistoiese, in corso Gramsci 127 a Pistoia, al numero 0573 991609 o sul sito internet www.teatridipistoia.it, oppure la Fondazione Toscana Spettacolo onlus, in via Santa Reparata 10/A a Firenze, al numero 055 219851 o sul sito internet www.toscanaspettacolo.it.
Il costo dei biglietti varia da 6 a 12 euro. Per le prevendite rivolgersi alla biglietteria del teatro Manzoni ai numeri 0573 991609/27112 oppure on line su www.boxol.it.

Annalisa Sichi