Tornano le forti piogge e possibili nubifragi

Premio letterario Raccontami una storia

Edoardo Ferrara di 3bmeteo.com: «una nuova perturbazione porterà piogge e temporali anche forti tra giovedì e venerdì. Ancora una volta più coinvolto il Nordovest, poi le regioni tirreniche e Isole Maggiori con rischio nubifragi. Temperature ancora sopra la medie del periodo».

VORTICE MEDITERRANEO IN ARRIVO. «Nei prossimi giorni il Mediterraneo occidentale sarà bersaglio di un insidioso vortice ciclonico che porterà condizioni di maltempo anche severo su Spagna e parte della Francia, dove non si escludono locali situazioni alluvionali – conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega – la perturbazione ad esso collegata raggiungerà anche l’Italia entro giovedì, portando piogge e temporali su diverse regioni, anche di forte intensità».

GIOVEDI’ TORNANO PIOGGE E TEMPORALI ANCHE FORTI. «Mercoledì primi segnali del nuovo peggioramento con rovesci e temporali attesi a fine giornata su Sardegna e tra Ponente Ligure e Piemonte occidentale – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com – altrove sole prevalente salvo nebbie o nubi basse su Valpadana e lungo le coste adriatiche soprattutto al mattino e di nuovo dalla sera. Sarà tuttavia giovedì che il maltempo entrerà nel vivo con piogge e rovesci diffusi ancora una volta al Nordovest, in successiva estensione alle centrali tirreniche e alla Sicilia entro fine giornata. Proprio sull’Isola saranno possibili fenomeni anche intensi a carattere di nubifragio, così come su Lazio, Toscana e purtroppo ancora una volta sulla Liguria; ai margini invece il Nordest e il medio versante Adriatico con precipitazioni al più sporadiche. Venerdì invece rovesci e temporali anche forti si concentreranno soprattutto su Sardegna e Sicilia, coinvolgendo solo marginalmente il Sud peninsulare e in particolare la bassa Calabria. Altrove tempo più asciutto tra sole, nubi basse e locali nebbie. Il tutto verrà accompagnato da venti anche sostenuti al Centrosud, in genere di Ostro o Scirocco, salvo che sulla Sardegna dove subentrerà il Maestrale, con mari molto mossi o agitati».

TEMPERATURE ANCORA BEN SUPERIORI ALLE MEDIE, A QUANDO UN CAMBIAMENTO?
Nonostante il nuovo peggioramento, le temperature continueranno a mantenersi ben al di sopra delle medie del periodo, pur con un fisiologico calo nelle aree interessate dalla pioggia. Su regioni adriatiche e al Sud sono attese ancora punte di oltre 24-25°C, con picchi fino a 27-28°C al Sud e Sicilia. Giovedì si avrà un calo termico al Nord e sulle regioni tirreniche ma con temperature che potranno comunque superare localmente i 18-20°C. Un calo termico più apprezzabile si potrebbe avere dopo Ognissanti, ma si tratta di una linea di tendenza ancora in fase di analisi e che necessiterà di conferme, concludono da 3bmeteo.com.