Home Notizie Sport <strong>Un’estate “TUTTINGIOCO”: le finali del Torneo degli Oratori 2023</strong><strong></strong>

Un’estate “TUTTINGIOCO”: le finali del Torneo degli Oratori 2023

0
<strong>Un’estate “TUTTINGIOCO”: le finali del Torneo degli Oratori 2023</strong><strong></strong>

in 5 città italiane  

Ø Salerno, Lecce, Cuneo, Lecco e Ravenna ospitano gli eventi finali del primo Torneo Nazionale estivo degli Oratori, promosso da Fondazione Conad ETS e Centro Sportivo Italiano, nell’ambito del progetto “TUTTINGIOCO”

Ø Fondazione Conad ETS ha donato 1800 voucher a ragazzi con limitata disponibilità economica per consentire a migliaia di loro di praticare sport in 50 centri estivi di oratori e società sportive di ben 17 città

Si avvicinano le fasi finali del progetto “TUTTINGIOCO”, nato dalla collaborazione tra Fondazione Conad ETS e Centro Sportivo Italiano per agevolare l’accesso di migliaia di ragazzi con limitata disponibilità economica ai centri estivi 2023: un modo efficace per promuovere, attraverso lo sport, i valori dell’inclusione e dell’attenzione all’altro.

50 le realtà partecipanti, tra oratori e società sportive, dove bambini e ragazzi si sono sfidati, a partire dal mese di giugno, in varie attività sportive e ludiche, contribuendo a realizzare il punteggio del proprio oratorio e concorrendo alla conquista di un posto per l’evento finale in cinque concentramenti su tutto il territorio nazionale.

Le sfide hanno coinvolto bambini della scuola primaria e secondaria, che si sono cimentanti in attività volte a stimolare la creatività, il movimento e non solo. Da Milano a Sassari, da Perugia ad Acireale, tanti gli animatori e gli istruttori che hanno accompagnato i partecipanti dei camp in attività e tornei.

Gli eventi finali sono in programma a Salerno, Lecce, Cuneo, Lecco e Ravenna nella prima metà di luglio: in ognuna di queste città sono invitati a partecipare i tre oratori di ogni zona che hanno ottenuto il miglior punteggio nel corso delle passate settimane, per un’ultima sfida che decreterà il vincitore.

Ad aprire il sipario sulle dispute finali sarà la città di Salerno, dove il 3 luglio oratori e società sportive si incontreranno per l’atto conclusivo. La seconda tappa è in programma il giorno successivo a Lecce, mentre bisognerà attendere una settimana per gli ultimi tre eventi: l’11 luglio a Cuneo, il 12 a Lecco e il 14 a Ravenna.

Al termine di ognuna di queste sfide, Fondazione Conad ETS donerà una Carta Prepagata del valore di 50 euro ai componenti della squadra vincitrice, premiando un totale di 100 bambini. Mentre sono stati 1800 voucher offerti da Fondazione Conad ETS per offrire a giovani e giovanissimi la possibilità di prendere parte alle attività dei camp estivi di 17 città sparse su tutto il territorio nazionale, con l’obiettivo di rendere lo sport accessibile a tutti.

«Siamo convinti che lo sport sia per eccellenza un veicolo di aggregazione, capace di trasferire in modo immediato e concreto alle generazioni più giovani i valori della socialità e dell’inclusione. Per questo sostenere il progetto TUTTINGIOCO a fianco del CSIè stato un onore e un piacere – ha dichiarato Maria Cristina Alfieri, Direttrice di Fondazione Conad ETS Questo programma ha messo in pratica i valori più alti espressi dallo sport: coinvolgendo anche ragazzi che per motivi economici non avrebbero potuto partecipare e trasmettendo loro un importante messaggio di solidarietà e uguaglianza».

I Comitati del Centro Sportivo Italiano coinvolti nel progetto “TUTTINGIOCO” sono stati: Lecco, Reggio Emilia, Bergamo, Bari, Lecce, Salerno, Cava de’ Tirreni, Acireale, Roma, Perugia, Cuneo, Sassari, Bologna, Pisa, Ravenna, Pesaro Urbino, Milano.

«Il progetto TUTTINGIOCO nasce per sostenere le famiglie in difficoltà economiche attraverso un aiuto concreto. Per questo motivo, il Centro Sportivo Italiano è felice di aver avviato una collaborazione con Fondazione Conad ETS, con cui condivide tanti obiettivi e valori. Il CSI da sempre è vicino al mondo dei centri estivi, legato agli oratori e alle parrocchie, spesso sede dei camp – ha dichiarato Vittorio BosioPresidente nazionale del CSI –. Negli ultimi anni, anche le nostre società sportive organizzano sempre più spesso iniziative estive per essere vicine alle famiglie in difficoltà. Siamo consapevoli del fatto che l’aumento del costo della vita ha inciso anche sulle quote dei centri estivi: proprio per questo siamo felici di riuscire a sostenere le famiglie e ad essere vicini al territorio grazie a Fondazione Conad ETS e a questo progetto costruito insieme, che ci auguriamo possa proseguire anche nei prossimi anni».

Fondazione Conad ETS è un ente del Terzo Settore istituito per volontà di Conad, prima insegna italiana della Grande Distribuzione. Nasce per mettere a fattor comune le iniziative di sostenibilità sociale e ambientale sostenute dalle 5 Cooperative associate a Conad (Conad Nord Ovest, Conad Centro Nord, CIA-Commercianti Indipendenti Associati, Conad Adriatico, PAC 2000A) sui territori di riferimento, valorizzandole e sviluppandone di nuove su scala nazionale. La finalità della Fondazione è filantropica: obiettivo di ogni intervento è l’impegno per il bene comune, il supporto alle comunità, la promozione di una cultura di sistema.

www.fondazioneconadets.it

Centro Sportivo Italiano (CSI) è un’Organizzazione non a scopo di lucro, principalmente fondata sul volontariato, riconosciuta quale Ente di Promozione Sportiva ed Associazione di Promozione Sociale che promuove lo sport come momento di educazione, di crescita, di impegno e di aggregazione sociale, ispirandosi alla visione cristiana dell’uomo e della società nel servizio alle persone ed al territorio. La presenza di ben 129 discipline sportive differenti praticate presso le società affiliate rende evidente la volontà del CSI di andare incontro alle esigenze di tutti, offrendo a ciascuno la possibilità di stare bene e divertirsi praticando lo sport a lui o a lei più affine. Attraverso la corretta pratica sportiva, l’Ente aspira a diffondere nel tessuto della società i valori del rispetto di sé e dell’altro, della cooperazione e del sano agonismo, grazie anche all’operato del CSI nei contesti oratoriali di tutt’Italia.