UTOPIA SIEMPRE: la Scuola EICT di Cuba si racconta (AAMOD, 13 aprile)

Giovedì 13 aprile – Ore 18 – ROMA – Via Ostiense,  106
Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico

Sala Zavattini –via Ostiense 106, Roma


Una “Utopia dell’occhio e dell’orecchio”: così il fondatore del Nuovo Cinema Latinoamericano, Fernando Birri – uno dei promotori della EICTV – definì il progetto della Escuela al momento della sua nascita, nel 1986. Oggi, dopo quasi quarant’anni, pur tra tante difficoltà, la Escuela resiste e continua ad ospitare giovani cineasti dall’America Latina, dall’Asia, dall’Africa e dal resto del mondo.
In occasione della visita in Italia di Susana Molina e Maria Julia Grillo, rispettivamente Direttrice della Escuela e Coordinatrice accademica della Escuela, l’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, l’Ambasciata della Repubblica di Cuba e l’Associazione Italia-Cuba organizzano un incontro pubblico nel quale le due ospiti cubane racconteranno la Escuela, la sua storia, la sua filosofia dell’«aprender haciendo», in dialogo con lo storico Carlo Felice Casula e la regista Monica Maurer.
Interverranno inoltre l’Ambasciatrice della Repubblica di Cuba Mirta Granda Averhoff, il Presidente dell’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico Vincenzo Vita, il Coordinatore generale della Scuola d’Arte Cinematografica Gian Maria Volonté e direttore del Premio Cesare Zavattini Antonio Medici, il Presidente nazionale dell’Associazione Italia-Cuba Marco Papacci.

“Dedichiamo questa iniziativa a Gianni Minà, grande giornalista utopico e amico di Cuba e dei fondatori della Escuela come Gabriel García Márquez, Fidel Castro, Julio García Espinosa, Tomás Gutiérrez Alea e Fernando Birri.”