Invasione anziché scoperta? Lasciamo le polemiche e parliamo del Columbus Day. Si parla d’America e, quella di questi giorni, per gli italiani non può che essere festa. Columbus Day, così chiamato dagli italiani che vivono negli Stati Uniti, è a una bellissima gironata. Si festeggiano Cristoforo Colombo e la sua scoperta della America. L’assocazione italo-americana “Columbus Citizens Foundation, organizza una serie eventi, uno dei quali è la “Columbus Day Parade”. La parata comincia sulla avenue numero cinque, dalla 47ma strada fino alla 72ma. Lì potete vedere una bella manifestazione dove partecipano i tutti, come il sindaco di New York, Bill de Blasio, che saluta la gente. Dice qualche parola in italiano e sempre sorride. Ci trovi anche il Senatore del Parito democratico Americano, Chuck Schumer D-NY, il grande chef Mario Batali, che è anche il condutore della una bellissima trasmissione, “Chew”. Ci sono famosi cantanti, che cantano in italiano e fanno i passi sul red carpet. Ha cantato Sal Valentinetti un italo-americano, pizzaiolo, che ha partecipato “America’s God Talent” e ha conquistato tutti. Canatava proprio vecchie canzonone italiane, come “La Brucia la terra”, dal film “Padrino”.
C’erano tante persone ad assistere alla parata, presenti le macchine bellisime della polizia. C’era anche polizia italiana, c’erano i cardinali, i sindaci, le persone importanti. Tutti felici e contenti.
La parata è stata trasmessa per intero dalla tv e ogni americano poteva così assistervi.
Al di là di tutto, è vermanete una bellisima gironata che non si scorda. Grazie alla Columbus Citizens Foundation, e al suo ottimo lavoro. Arrivederci all’anno prossimo.

Tsisnami Sakvarlishvili