Mascherine sequestrate

Polizia amministrativa della Questura di Prato in azione, per controllare mascherine chirurgiche e altro materiale contro il coronavirus in commercio. A Carmignano, in un negozio, i poliziotti hanno accertato esposizione e vendita di 2.198 mascherine senza i requisiti sanitari di legge. I prodotti sono stati sequestrati e il titolare dell’esercizio dovrà pagare una sanzione di 10.000 euro.

La stessa divisione di polizia amministrativa è intervenuta anche in un negozio di articoli per la casa di Prato, dove sono state rinvenute e sequestrate ben 11.372 mascherine chirurgiche, esposte alla vendita al
pubblico, anche queste prive dei requisiti sanitari di conformità.

Accertamenti svolti sulla provenienza delle mascherine messe in vendita in entrambi i negozi hanno permesso di appurare che esse erano state fabbricate all’estero, acquistate online su siti commerciali e spedite in Italia con corrieri internazionali.

Anche il titolare del negozio del capoluogo dovrà pagare 10.000 euro di sanzione.