Un tifoso giallorosso è finito in manette per possesso di droga, armi bianche, due mazze da baseball, due repliche di pistole senza il tappo rosso e testi inneggianti al nazismo. L’arresto è avvenuto al termine delle indagini su un possibile spaccio di droga, svolte dai poliziotti del commissariato Prati, diretto da Filiberto Mastrapasqua, in collaborazione con gli agenti della sezione volanti.

Quando gli investigatori sono risaliti al tifoso della Roma quale probabile fornitore di stupefacente e una volta individuata la sua casa, hanno deciso di fargli visita.
Una volta all’interno, i poliziotti hanno sentito l’inconfondibile odore di marijuana provenire da una camera da letto, motivo per il quale hanno proceduto ad una tempestiva perquisizione. Sono saltati fuori  250 grammi di hashish e circa 2500 euro in contanti oltre alle armi e ai testi di propaganda nazista.
Tutto il materiale è stato sequestatro.

Il tifoso, un 24enne romano, è ora agli arresti domiciliari.