Il morso /2

Premio letterario Raccontami una storia

Nato a Salto, in Uruguay, nel gennaio 1987, Luis Suarez è davvero un bell’attaccante. Ha il vizio del morso. Mica del morso sul collo, dato con leggerezza, sensualmente, con attenzione, della fidanzata. No. Sul collo degli avversari. Così, in giro, dopo l’ultima dentata affondata, non troppo ma tanto da far male sulla pelle dell’italiano Giorgio Chiellini in una partita dei Mondiali di calcio, si sprecano le sue immagini, sul web, con la maschera del Hannibal Lecter. Sì, proprio lui, l’antieroe cannibale del cinema per eccellenza.
Nel filmato che alleghiamo, 5 momenti folli, morsi compresi, di Luis Suarez.