Inaugurati i lettini ginecologici per donne disabili del progetto “Cure senza barriere”  

Grazie al nuovo progetto con Fondazione CR Firenze l’iniziativa sarà ampliata e sviluppata per garantire il diritto alla salute alle donne con diversi tipi di bisogni speciali  

Donate attrezzature per le pazienti con disabilità motoria della maternità di Careggi grazie alla raccolta fondi lanciata da Fondazione Foemina  e Habilia Onlus   

Garantire il diritto fondamentale di accesso alle cure ostetrico ginecologiche alle donne con disabilità motoria: è stato questo l’obiettivo del crowdfunding “Per ogni donna – Cure senza barriere”, ideato e promosso dalla Fondazione Foemina in collaborazione con con Habilia Onlus e l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi, che ha visto come testimonial l’attrice Vittoria Puccini e che è stato realizzato all’interno del bando Social Crowdfunders di Fondazione CR Firenze. 

La campagna lanciata a novembre 2022, ha raccolto oltre 17.000 euro, contributi raddoppiati poi da Fondazione CR Firenze, grazie ai quali si è potuto realizzare l’obiettivo di contribuire alle particolari necessità sanitarie delle pazienti donne con disabilità che si rivolgono al Dipartimento Materno Infantile dell’AOU Careggi.

Oggi presso il Centro Nascita Margherita, alla presenza del presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, dell’assessore al welfare del Comune di Firenze Sara Funaro, del presidente della Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori, del presidente della Fondazione Foemina Felice Petraglia, Costanza Loni dell’associazione Habilia Onlus, sono stati consegnati 4 lettini e altrettanti sollevatori destinati a favorire l’accesso ai servizi di ginecologia e maternità delle pazienti con bisogni speciali.
Nel corso dell’evento di inaugurazione sono stati tanti gli interventi che hanno sottolineato la soddisfazione di poter finalmente realizzare un progetto così atteso e necessario che, è stato annunciato, ha ottenuto ulteriori finanziamenti e supporti per poter essere ulteriormente ampliato.

Essere qui nel Padiglione Maternità per questo progetto “Cure senza barriere” – ha detto Eugenio Giani Presidente della Regione Toscana – suscita emozioni importanti. Attraverso la collaborazione, fra gli enti e le associazioni coinvolte, a Careggi il Servizio Sanitario della Toscana può fornire prestazioni d’eccellenza, superando le barriere per accogliere bisogni speciali che, con l’impegno di tutti, potranno trovare risposte sempre più efficaci“. 


 “Se vogliamo che il diritto alla salute sia garantito a ogni persona, dobbiamo agire per implementare l’attivazione di strutture ben attrezzate e personale dedicato in aree facilmente accessibili da chiunque e ampiamente diffuse nei presidi sanitari del nostro territorio.  – ha sottolineato Felice Petraglia, presidente di Fondazione Foemina e direttore del Dipartimento Materno Infantile di Careggi -. I fondi raccolti sono stati utilizzati per l’acquisto di quattro  lettini elettrici e di altrettanti sollevatori da inserire in alcuni ambulatori e reparti del Dipartimento Materno-Infantile. Stiamo già lavorando per realizzare un progetto ancora più grande che possa intercettare nuovi bisogni e dare vita a un polo di riferimento per le donne con vari tipi di disabilità”.

Nell’occasione è stato reso noto anche il nuovo progetto di Fondazione Foemina e Fondazione CR Firenze, rivolto alla cura delle donne con varie forme di disabilità all’interno di Careggi. Il nuovo progetto ha come obiettivo la creazione di un vero e proprio Polo per la salute della donna con disabilità.  All’interno della Maternità di Careggi si creerà un’area ambulatoriale per donne con varie forme di disabilità (motoria, sensitiva, intellettiva) che vogliano curare la propria salute mestruale e riproduttiva, conoscere i percorsi della gravidanza, e fare prevenzione dei tumori ginecologici.  Un progetto molto attuale ed originale nel panorama nazionale, che offrirà la possibilità a molte donne di poter curare la propria salute ginecologica, superando pregiudizi sociali e difficoltà organizzative. 

“Accompagniamo da tempo, con attenzione e gratitudine – dichiara il Presidente di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori – l’attività di questa benemerita istituzione. Quest’anno abbiamo voluto condividere il loro progetto strategico che ha una durata triennale e che ha una certa rilevanza anche per tutto il complesso di Careggi. Siamo molto sensibili alle problematiche della donna e dei minori, come lo siamo nei confronti di tutta la nostra comunità, soprattutto in questo momento post pandemico che vede il permanere di forti emergenze in ambito sociale e sanitario”. 
 
Anche l’associazione Habilia, partner del progetto e attiva nel settore dell’assistenza sociale e socio sanitaria, a favore di persone con disabilità motoria non modificabile o solo parzialmente recuperabile, si dichiara soddisfatta di questo primo importante passo anche se, – sottolinea Costanza Loni – Consigliera di Habilia – “C’è ancora molto da fare per garantire i diritti di tutte le donne – dice Costanza Loni di Habilia Onlus – in particolare di quelle disabili in tutti i campi, ma questo progetto rappresenta un passo avanti fondamentale verso questo obbiettivo”

“Esprimo grande riconoscenza alla Fondazione CR Firenze e alla Fondazione Foemina: il raggiungimento dell’obbiettivo della campagna di crowdfunding rappresenta indubbiamente un’importante pietra per il Progetto del Polo per la salute ostetrico-ginecologica della donna con disabilità del nostro Dipartimento su cui stiamo lavorando ” interviene la Dott.ssa Angelamaria Becorpi Coordinatore del Polo e del Percorso Regionale PASS per la disabilità in AOUC.

 
Presente all’evento anche l’attrice Vittoria Puccini che, già madrina di Fondazione Foemina, ha risposto subito alla richiesta di supporto mettendosi a disposizione per diffondere l’iniziativa e sensibilizzare sul tema del diritto di accesso alle cure per tutti. Ha dichiarato: “Come donna e come cittadina penso che abbiamo il dovere di batterci per i diritti di tutte noi e di portare alla luce una problematica ancora troppo invisibile, impegnandoci per supportare progetti come quello della Fondazione Foemina, implementando strutture, mezzi e personale dedicato nei presidi sanitari del nostro territorio. Per garantire a tutte lo stesso diritto di ESSERE DONNE”.

La Fondazione Foemina ETS – Fondazione per la maternità e la salute della donna e del neonato viene costituita nel gennaio del 2007 a Firenze.
Nata per volontà di due professori ordinari di ginecologia e ostetricia, Mauro Marchionni e Gianfranco Scarselli, con il supporto dei Soci Fondatori e con il fondamentale e costante contributo della Fondazione CR Firenze, la Fondazione Foemina si avvia a diventare un punto di riferimento regionale e nazionale per la ricerca, l’assistenza e la formazione nell’ambito della salute della donna e del neonato. Tutto questo sempre in stretta collaborazione e sinergia con le Università, le Aziende Ospedaliere Universitarie, altre Fondazioni e Associazioni, Centri di Ricerca, Enti, Istituzioni, Aziende e Privati.