Kipngetich e Jerotich vincono la Maratonina di Prato

Premio letterario Raccontami una storia

2.500 persone hanno preso parte all’edizione 2019 della Maratonina Città di Prato. Sole, un pò di vento, ma tanta partecipazione grazie a chi ha corso con l’amico a quattro zampe, i camminatori e i bambini. Una festa che ha contagiato tutti e che ha visto la coreografia del Castello dell’Imperatore e di Piazza delle Carceri come vetrina.

Ha vinto Sammy Kipngetich (Kenia pettorale numero 7) in 1h03’54. Dietro di lui il ruandese John Hakizimana in 1h05’06” mentre sul gradino più basso del podio è arrivato Felicien Muhitira (Ruanda) in 1h05’45”. Al femminile è stata la keniana Lenah Jerotich a vincere in 1h13’02” precedendo la compagna Caroline Cherono che chiude in 1h15’20” e con il terzo tempo, a chiudere il podio tutto keniano, Vivian Jerop Kemboi 1h17’48”.

Tanta gente lungo il percorso e al traguardo con applausi per tutti gli arrivati e soprattutto dopo 2 ore e 1 minuto ha tagliato il traguardo con il pettorale numero 1 il Sindaco di Prato Matteo Biffoni. Le altre classifiche hanno visto tra le Veterane l’affermazione di Camelia Barboi (Assi Giglio Rosso) davanti a Serena Sassolini (Club Ausonia) e Tania Scopelliti (Filirun Team) mentre tra i Veterani maschili Massimo Mennini (Aurora Montalei) ha preceduto Giulio Buchignani (Lucca Marathon) e Gianluca Cogliati. Tra i Veterani Argento Roberto Casagni (Gs Maiano) ha vinto su Claudio Cavalli e Marco Bartolini (Silvano Fedi). Il servizio sanitario è stato a cura della Misericordia di Prato, il servizio fotografico a cura della onlus Regalami Un Sorriso che ha messo in strada anche tutti i pace maker con il palloncino che davano il tempo alla corsa.