La Fratres apre due centri per la raccolta di sangue

Premio letterario Raccontami una storia

Dal mese di settembre i donatori di sangue pratesi non saranno più costretti a rivolgersi al solo Centro trasfusionale che si trova presso l’ospedale Santo Stefano. Gli aderenti a tutte le associazioni e i nuovi donatori, potranno rivolgersi a due nuove unità di raccolta che saranno istituite dalla Fratres presso le sedi della Misericordia di Prato in via Galcianese, 17/1 e nella sezione della Confraternita di Montemurlo in via Mons. P. Contardi, 13.

Nei giorni scorsi alla sezione pratese del Gruppo Donatori Frates è arrivato dalla Regione Toscana l’accreditamento, della durata di cinque anni, per l’apertura di questi due nuovi punti di raccolta sangue e di emocomponenti. I centri di Prato e Montemurlo entreranno in funzione dopo l’estate e saranno aperti una volta al mese, nelle giornate di sabato o di domenica. Le date di inaugurazione saranno rese note i primi giorni di settembre.

Con questa nuova opportunità il Gruppo Donatori di Sangue Fratres intende facilitare l’incremento di questo gesto semplice quanto importante per la vita degli altri. «La scelta di richiedere l’accreditamento rientra tra i nostri obiettivi che mirano ad avvicinare l’associazione al donatore – spiega Michele Boretti, vice presidente provinciale della Fratres – crediamo che più punti di raccolta in città e in provincia possano servire ad aumentare le donazioni e a coinvolgere più persone possibili in questo fondamentale servizio al prossimo».

Attualmente la Toscana sta vivendo un periodo di emergenza sangue a seguito di un forte calo delle donazioni e questa difficile situazione riguarda anche la provincia di Prato. A questo proposito la Fratres rivolge un invito alla donazione e ricorda che per farla occorre avere un’età compresa tra i 18 e i 65 anni in buona salute e con un peso non inferiore ai 50 kg.