«Senza scomodare il vecchio detto per il quale le madri degli stolti sarebbero sempre in stato interessante, crediamo sia assolutamente da prendere in considerazione l’ipotesi di intensificare un servizio di sorveglianza presso la tomba di Indro Montanelli, nel cimitero di Fucecchio, prima che a qualche ‘fenomeno’ baleni in testa l’idea di emulare gli pseudo studenti milanesi che hanno vandalizzato la statua del giornalista».

A chiederlo sono il Portavoce Regionale di Fratelli d’Italia, Francesco Torselli, assieme ai capigruppo del partito di Giorgia Meloni, rispettivamente, in consiglio metropolitano ed in consiglio comunale a Firenze, Claudio Gemelli ed Alessandro Draghi.

«Soltanto a dei vandali perdigiorno – concludono Torselli, Gemelli e Draghi – può venire in mente di strumentalizzare le manifestazioni che si svolgono dall’altra parte del mondo per accanirsi contro una statua, ma dopo quello che abbiamo visto sabato scorso a Milano, iniziamo a temere anche per la tomba del giornalista. Del resto, l’estrema sinistra di casa nostra ci ha abituato a gesti anche peggiori».